L’ Associazione, fondata in data 8 Marzo 2004, ha per finalità promuovere e divulgare la cultura marinara mediterranea. Affiliare, coordinare tutti coloro che fanno opera di salvaguardia, restauro conservativo e recupero di imbarcazioni d’epoca a vela latina o tradizionali, organizzare convegni, raduni, promuovere iniziative sportive e culturali connesse alle attività nautiche e marinaresche, alla difesa e tutela dell’ambiente marino.

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DELLA COMPAGNIA DELLE VELE LATINE CON RELATIVI INCARICHI, ELETTO IL GIORNO 09 SETTEMBRE 2009

Presidente:   Roberto Bertonati

Vicepresidente: Mauro Buzzi

Segretaria: Cettina Figliolini

Tesoriere: Carla Bianchi

Maestro di Cerimonia: Lallo Dangiulli

Maestro d'Ascia: Osvaldo Della Rossa

Addetto alla Logistica: Fabrizio Depietri

Portavoce e Addetto Stampa: Giuseppe Baule

PR tra imbarcazioni similari locali: Guido Raffellini

COLLABORATORI CON PARTICOLARI INCARICHI IN SENO ALL'ASSOCIAZIONE:

Regista: Aldo Guastini

PR con il Canada e Nord America : Willy Mandingers

Arte Fotografica: Massimo Giangreco

STATUTO 

Art.1 

Viene costituita un Associazione denominata COMPAGNIA DELLE VELE LATINE, con sede provvisoria in Via Sapri, 32, La Spezia. 

L'Associazione è apolitica, apartitica e senza fini di lucro; può aderire e consorziarsi con

Associazioni e Federazioni riconosciute dal COMI e dalla F.I.V e aventi per oggetto la nautica in generale.

 Art.2 

L'Associazione ha per finalità promuovere e divulgare la cultura marinara mediterranea. Affiliare, coordinare tutti coloro che fanno opera di salvaguardia, restauro conservativo e recupero di imbarcazioni d epoca a vela latina o tradizionali, organizzare convegni, raduni, promuovere iniziative sportive e culturali connesse alle attività nautiche e marinaresche alla difesa e tutela dell'ambiente marino.

 Art.3 

Sono Soci fondatori tutti coloro che hanno dato vita alla costituzione dell'Associazione. Questi ricoprono, di diritto, la carica di Membro del Consiglio Direttivo per almeno i due terzi dei componenti del Consiglio. Sono Soci ordinari coloro i quali abbiano presentato domanda di affiliazione al Consiglio Direttivo, previa presentazione da parte di due soci; hanno diritto a un voto ciascuno. Possono essere soci onorari coloro i quali, a giudizio del Consiglio Direttivo, abbiano conseguito meriti o si siano distinti con merito in campo sportivo, culturale e sociale; non hanno diritto di voto.

 Art.4 

Il patrimonio dell'Associazione è costituito dalle quote di iscrizione e dai contributi versati dagli associati nelle misure che saranno determinate dal Consiglio Direttivo, oltre che dai premi di spettanza, da eventuali donazioni e beni immobili in uso e destinati allo scopo sociale, la cui destinazione non potrà essere variata se non per decisione dell'Assemblea dei Soci. I versamenti al fondo di dotazione possono essere di qualsiasi entità, fatti salvi i versamenti determinati per l ammissione e l iscrizione annuale, e sono comunque a fondo perduto; i versamenti non sono quindi rivalutabili né ripetibili in nessun caso, e quindi nemmeno in caso di scioglimento dell'Associazione, né in caso di morte, di estinzione, di recesso o di esclusione dal' Associazione, può pertanto farsi luogo alla richiesta di rimborso di quanto versato all'associazione a titolo di versamento nel fondo di dotazione.

 Art.5

 L Associazione risponde esclusivamente col suo patrimonio delle obbligazioni sociali.

 Art.6 

La durata dell'Associazione si prevede illimitata. L'anno sociale va dal 1° Gennaio al 31 Dicembre.

 Art.7 

L adesione all'Associazione è a tempo indeterminato e non può essere disposta per un periodo temporaneo, fermo restando in ogni caso il diritto di recesso. L'adesione all'Associazione comporta per l associato maggiore di età, il diritto di voto nell'Assemblea per l approvazione e la modifica dello Statuto e dei regolamenti per la nomina degli organi direttivi dell'Associazione. Le domande potranno essere anche respinte qualora il richiedente non risulti in linea con i principi sociali e culturali dell'Associazione. Ciascun socio, in particolare, ha diritto a partecipare effettivamente alla vita dell'Associazione.

 Art.8 

L'associato che intende di mettersi è tenuto a darne comunicazione scritta al Consiglio Direttivo. Al dimissionario non verrà rimborsata la quota d iscrizione dell'anno in corso né parte di essa.

 Art.9 

In caso di morte di un socio, gli eredi possono designare uno degli stessi a succedergli nel rapporto associativo. La relativa domanda dovrà essere presentata, entro sei mesi dal decesso, al Consiglio direttivo.

 Art.10 

La quota annuale d iscrizione, il cui ammontare sarà deciso di anno in anno dal Consiglio direttivo, deve essere pagata per intero da ogni associato entro il 31 Gennaio dell'anno in corso, salvo diverse direttive del Consiglio direttivo.

 Art.11 

Gli associati hanno diritto a: 

1) frequentare quanto di pertinenza dell'Associazione; 

2) prendere parte alle competizioni sportive promosse dall'Associazione e da altri Enti sotto i colori sociali; 

3) intervenire e discutere alle Assemblee generali, presentare proposte e/o reclami al Consiglio Direttivo; 

4) partecipare con il proprio voto alla delibera delle assemblee; 

5) eleggere il Consiglio Direttivo; 

6) essere eletto membro del Consiglio Direttivo. 

Art.12 

Gli associati hanno il dovere di: 

1) osservare lo Statuto, i regolamenti e le deliberazioni degli organi sociali; 

2) pagare le quote sociali di cui all'art. 10 e le altre somme a qualsiasi titolo dovute All'Associazione; 

3) non nuocere al decoro, agli interessi e alla vita dell'Associazione; 

4) osservare le disposizioni e i regolamenti delle Federazioni cui l'Associazione aderisce. 

Art.13 

I soci sono espulsi per i seguenti motivi: 

1) quando non ottemperano alle disposizioni del presente Statuto, al regolamento interno o alle deliberazioni prese dagli organi ufficiali; 

2) quando si rendono morosi nel pagamento delle quote sociali o le altre somme a qualsiasi titolo dovute all'Associazioni; 

3) la non osservanza delle disposizioni e dei regolamenti delle Federazioni a cui l Associazione aderisce; 

4) quando, in qualunque modo, arrechino danni morali o materiali all'Associazione. 

5) Le espulsioni saranno decise dal Consiglio Direttivo a maggioranza dei suoi membri. 

All'Associazione è riservato il diritto di pretendere dall'associato espulso l'eventuale risarcimento danni.

 Art.14 

Gli organi dell'Associazione sono: 

A) l'Assemblea Generale dei Soci; 

B) il Consiglio Direttivo; 

C) la Segreteria.

 Art.15 

Le assemblee dei soci sono ordinarie e straordinarie.

L'assemblea ordinaria è di regola ordinata dal Presidente dell'Associazione entro il 30 aprile per la relazione annuale sportiva gestionale, finanziaria, per la presentazione e approvazione dei bilanci consuntivo e preventivo e per l elezione delle cariche sociali (ogni 4 anni) ed è costituita a maggioranza assoluta. Le assemblee straordinarie possono essere convocate o per deliberazione del Consiglio Direttivo o su richiesta di almeno un quarto degli associati, in qualsiasi momento per procedere:

 A) All'eventuale sostituzione dei componenti il Consiglio Direttivo; 

B) per deliberare sugli ordini del giorno presentati a maggioranza qualificata (almeno 2/3 degli associati). La convocazione è fatta mediante lettera raccomandata, contenente l'indicazione del luogo, del giorno e dell'ora della convocazione e l'elenco delle materie da trattare; spedita a tutti gli aderenti all'Associazione, nonché ai componenti del Consiglio Direttivo, almeno 15 (quindici) giorni prima dell'adunata stessa.

La notizia dell'adunanza va fissata all'interno della sede dell'Associazione per almeno 30 (trenta) giorni. 

Art.16 

La Segreteria è l'organo del Consiglio Direttivo, e prende eccezionalmente decisioni in casi urgenti,che dovranno comunque essere ratificati dal Consiglio Direttivo durante la prima riunione dello stesso. La Segreteria è composta dal Presidente, dal Segretario e dal Cassiere. Il Segretario sostituisce il Presidente in sua assenza e per tutte le questioni che questi crederà di delegargli. 

Art.17 

Tutti gli associati hanno diritto di assistere alle Assemblee, ma hanno diritto al voto deliberativo solo gli associati effettivi in regola con il pagamento della quota sociale; ogni associato avente diritto al voto può farsi rappresentare con delega scritta ad altro associato. Ogni associato non può avere più di una delega. 

Art.18 

Le deliberazioni dell'Assemblea sono valide in prima convocazione se sono presenti o rappresentati la metà più uno degli associati effettivi, e deliberano a maggioranza di voti (metà più uno); in seconda convocazione deliberano validamente sempre con la maggioranza dei voti, (con l'esclusione di quanto previsto dall'art.31) qualunque sia il numero degli associati intervenuti. 

Art.19 

Di ogni riunione dell'Assemblea viene redatto apposito verbale sottoscritto dal Presidente e dal Segretario; tali verbali rimangono a disposizione degli associati che ne facciano richiesta.

 Art.20 

Le deliberazioni dell'Assemblea vincolano tutti gli associati. 

Art.21 

L Associazione è amministrata e diretta da un Consiglio Direttivo nominato dalla maggioranza degli associati effettivi presenti nell'Assemblea. Il Consiglio è composto da un minimo di tre a un massimo di undici persone; lo stesso nomina nel proprio seno il Presidente, il Segretario e il Tesoriere. Entro il. 31 Marzo di ciascun anno il Consiglio Direttivo è convocato per la predisposizione del bilancio consuntivo dell'esercizio precedente e del bilancio preventivo del successivo esercizio da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea. 

Art.22 

Tutti i componenti del Consiglio Direttivo durano in carica quattro anni e sono rieleggibili. Fermo restando che i due terzi dei componenti debbano essere scelti fra i Soci fondatori. 

Art.23 

L Assemblea, tanto ordinaria che straordinaria, è presieduta da un presidente nominato dall'assemblea stessa. Le votazioni possono avvenire per alzata di mano o a scrutinio segreto, quando ne sia fatta richiesta da almeno un decimo (1/10) dei presenti. 

Art.24 

Oltre tutte le attribuzioni conferitegli dal presente Statuto, il Consiglio Direttiva le seguenti funzioni:

 A) cura l attuazione di tutte le deliberazioni prese e delle norme contenute in questo Statuto;

 B) sottopone all'Assemblea le eventuali modifiche da apportare allo Statuto; accoglie o

respinge eventuali proposte avanzate dagli associati;

 C) promuove, organizza e gestisce tutte le manifestazioni; delibera la partecipazione alle

competizioni sportive;

 D) si tiene in stretto contatto con l Organizzazione C.O.N.I. per tutto quanto possa interessare la vita dell'Associazione.

 E) Provvede alla totale amministrazione economico/finanziaria dell'Associazione, prepara i bilanci preventivi e consuntivi;

 F) Delega il Presidente a rappresentarlo in tutte le operazioni di ordinaria e straordinaria amministrazione;

 G) Può delegare in tutto o in parte i propri poteri o affidare incarichi speciali ad uno o più associati. 

Art.25 

I bilanci debbono restare depositati presso la sede della Associazione nei quindici giorni che precedono l Assemblea, convocata per la loro approvazione, a disposizione di tutti coloro i quali abbiano motivato interesse alla loro lettura.

La richiesta di copie è soddisfatta dall'Associazione a spesa del richiedente. 

Art.26 

All'Associazione è vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione comunque denominati, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'Associazione stessa.

L'Associazione ha l obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

 Art.27 

Il Presidente ha la rappresentanza legale e la firma sociale di fronte ai terzi e in giudizio. 

Art.28 

Il Segretario ha l'obbligo della redazione dei verbali delle riunioni del Consiglio e della Assemblea, della compilazione dei mandati di pagamento e degli ordini d incasso per il cassiere, previa la firma congiunta del Presidente. Custodisce inoltre tutti gli atti e la documentazione dell'Associazione.

Art.29 

Il Cassiere deve effettuare le opportune registrazioni sul libro contabile, che deve essere corredato da tutti i documenti probatori delle operazioni eseguite e che deve essere a disposizione del Consiglio Direttivo e dei Soci. Il Cassiere è incaricato della riscossione delle quote di iscrizione e delle altre somme a qualsiasi  titolo dovute all'Associazione. 

Art.30 

Qualora si verificasse un evento ritenuto vitale per la vita dell'Associazione, il Consiglio Direttivo convoca l assemblea straordinaria degli associati. L eventuale deliberazione di scioglimento o affiliazione è valida con almeno i tre quarti dei voti presenti o delegati. Deliberato che sia lo scioglimento, l'Associazione ha l'obbligo di devolvere il suo patrimonio ad altra Associazione con finalità analoghe o a fini di pubblica utilità, sentito l'organismo di controllo di cui all'art. 3 comma 190 della legge 23 Dicembre 1996 n. 662, salvo diversa destinazione imposta dalla legge. 

Art.31 

Tutti i Soci eletti a cariche sociali non hanno diritto a nessuna retribuzione; eventuali spese sostenute dagli stessi, nei compiti a loro attribuiti, saranno rimborsati dietro presentazione di pezza giustificativa. 

Art.32 

Le norme del presente Statuto potranno essere modificate solo dall'Assemblea con maggioranza qualificata (cinque sesti).

Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente Statuto si fa riferimento alle disposizioni del Codice Civile.

 

 

 

Il Meteo

Visite

241149
OggiOggi3
IeriIeri40
This_WeekThis_Week329
This_MonthThis_Month821
TotaleTotale241149